NEWS & BAD IDEAS

  • Yuri Catania

Prossima fermata il METAVERSO e voi dove scendete?

Aggiornamento: 30 lug

Di cosa sia un metaverso se ne parla già da tempo anche se per molti sembra ancora una parola sconosciuta o poco capita. Per altri invece è semplicemente ancora inconcepibile l'idea di vivere parte del nostro tempo libero e del nostro lavoro incontrando persone attraverso un avatar in un mondo completamente virtuale. Effettivamente la saga cinematografica sci-fi di Matrix non fa preludere a niente di buono. Un futuro distopico controllato dalla AI (Intelligenza Artificiale) non è proprio quello che l'evoluzione umana si aspetta nel prossimo futuro. Ma questo per fortuna è ancora fantascienza, e così il vivere e il lavorare completamente in un metaverso è ancora ben lontano dalla tecnologia che abbiamo oggi a disposizione. Quindi anche se abbiamo fatto passi da gigante in quella direzione per ora, non dobbiamo ancora decidere se prendere la pillola rossa o quella blue (cit. Morfeo in Matrix) per scegliere se vivere nel mondo reale o in quello virtuale.


Questa settimana però il TIME ha dedicato la sua copertina da collezione (che ho già acquistato online) proprio alla grande rivoluzione imminente che per molti "metaversi" è già in atto e che preannuncia grandi cambiamenti nei nostri stili di vita e lavorativi attraverso questa tecnologia.


in fondo al post il link all'articolo.


Non a caso Mark Zuckerberg che sappiano essere uno degli uomini più ricchi al mondo, nonché padre di fatto dei social network, alla fine del 2021, ha deciso di cambiare il nome della sua azienda miliardaria da Facebook a Meta (che sta per Metaverse, ovviamente).


Certo FACEBOOK non è mai stato un nome così affascinante (tradotto: libro delle

facce) rispetto a quelli della concorrenza che sono arrivati poco dopo.

Decidere però di "archiviare" uno dei marchi tra i più conosciuti al mondo come quello di FACEBOOK (che anche il nome del gruppo che include Messenger, WhatsApp, Instagram e Oculus ) con il nome META che di fatto parte da zero, ha dell’incredibile. Anche perché al momento, ai più, questo cambiamento non è ancora passato.




Potremmo chiederci quindi se Mark ha preso un colpo in testa a furia di cercare nuovi modi di tenerci incollati agli schermi dei nostri smart phone a dare cuoricini, commenti etc.. oppure lui come il grosso dell'industria tecnologica e dell'intrattenimento ha già capito che il nuovo eldorado dei prossimi tempi futuri sarà proprio creare dei mondi virtuali. Quindi essere i primi nel metaverso è diventato fondamentale ad ogni costo.


Per farvi capire cosa c'è in ballo in termini economici e di opportunità faccio notare che esiste già un vero e proprio mercato immobiliare di terre e immobili virtuali che sta generando vendite da capogiro nei Metaversi di punta come: Sandbox, Decentraland e la new entry Otherside (quello delle famose scimmiette annoiate di Boring Ape Yacht Club che già ha reso molti dei suoi "holder" tradotto possessori di NFT pluri-milionari)

Mercato che, dato il periodo attuale, sembra andare meglio di quello reale.


Questo almeno a leggere i report e news del settore dove danno notizia che aziende come Nike, Wendy's, Samsung, Hyundai, Coca-Cola, Sentosa, The Walking Dead, Louis Vuitton, Adidas, Gucci, Balenciaga, Burberry, Dolce & Gabbana, Ferrari, Tommy Hilfiger, Vans, Ralph Lauren, Forever 21 oltre a migliaia di privati tecnologici e facoltosi stanno già investendo somme a 6 zeri pur di avere i posti migliori in questi nuovi mondi sperimentando il prossimo futuro di eventi come le sfilate e gli shopping con e-commerce completamente immersivi.


Per farvi un altro esempio di quanto sia diventato virale il fenomeno per alcuni investitori visionari, c'è già qualcuno tra loro qualcuno che è arrivato a sborsare diverse centinaia di migliaia dollari pur di avere un pezzettino di terreno virtuale confinante con quello di celebrity e collezionisti di NFT come SnoopDogg. Il famoso rapper oltre ad essere un famosissimo producer musicale e personaggio TV di recente è diventato anche un super collezionista di NFT e influencer del WEB 3.0 Come non potergli stare vicino... magari ti invita a qualche BBQ virtuale ovviamente.




Io al momento non ho ancora deciso di comprare casa nel metaverso anche perché servono già svariate di migliaia di US Dollar per avere anche un piccolo orto. Inoltre, fino a quando META appunto non aprirà i cancelli del suo mondo, previsto non prima della seconda metà del 2023, credo prematuro per un piccolo player decidere e capire quale di tutti questi mondi sia quello giusto. Quindi per ora vado in giro e partecipo agli eventi con il mio super avatar che potete creare anche voi ad esempio con READY PLAYER


Invece su SPATIAL.IO piattaforma di metaversi dedicati al mondo degli eventi e in particolare dell'arte, ho creato lo spazio virtuale di CASAGALLERIA.ART e quello delle mie due ultime mostre fisiche. Una, quella sul Fiore di Pietra dove ho realizzato con la collaborazione creativa dell' Arch. Eleonora Castagnetta Botta un ambiente unico e sospeso sopra il Monte Generoso dove si possono ancora visitare la mostra che nel fisico ha già chiuso e altre opere sempre della serie My Generoso: Una Montagna per Amico che, per motivi di spazio non ho potuto esporre. Poi, il terzo metaverso che ho realizzato, mi è servito per creare la mia serra spaziale per la mostra di Black Flowers Secret Garden a New York presso il salone del Volta durante Frieze Art lo scorso maggio.


Lo specializzarmi nel costruire spazi virtuali da zero o presi dai template della piattaforma, mi dà la possibilità di creare degli eventi virtuali dove le persone connesse da qualunque parte del mondo e con qualsiasi tipo di device possono interagire tra di loro attraverso il proprio avatar. Visitare la mostra con amici o in presenza dell'artista, in qualunque momento.



Il metaverso di CASAGALLERIA.ART offre la possibilità di ampliare la visita delle opere fisiche esposte in galleria attraverso l'utilizzo di un visore VR Oculus dove i clienti vivono un' esperienza immersiva e coinvolgente. Tale attività non ha a che vedere con le tradizionali tecnologie di virtual gallery che hanno spopolato fino a poco tempo durante il lockdown che, tra l'altro in termini di qualità e interazione hanno mostrato dei forti limiti.




Ma anche questa volta sono solo all'inizio di un discorso molto più ampio.

nei prossimi post allargherò il dibattito parlando dei diversi campi di applicazione e modelli di business che si possono creare con il metaverso e quindi parlerò di:



  • - Monaco, Seul e Dubai le prima città virtualizzate. Operano e danno servizi nel metaverso come nella realtà


  • - Come si realizza un proprio spazio nel metaverso. Campi di utilizzo e applicazione dei metaversi per un' azienda, studio, ente o libero professionista che vuole investire in questo tipo di tecnologia e sfruttarla al meglio


  • - Utilizzo e implementazioni future dei nuovi VR con la realtà aumentata A/R mista



per visitare i metaversi che ho creato al momento





per saperne di più sui metaversi e il loro futuro




se ti è piaciuto questo articolo lascia un tuo commento.
Inoltre se vuoi approfondire, contattami per parlare di possibili sviluppi.
Mi trovi e possiamo incontrarci ovviamente anche nel mio studio nel metaverso





30 visualizzazioni0 commenti